MontagneTicinesi.ch

Cima di Fojorina e Denti della Vecchia



Information

Date: 18.05.2010
Duration: 8 hours
Difference in height: 1200 m
Length: 16 km
Kilometers effort: 32 kmef

Difficulties

SAC-CAS hiking scale Da Petrolzo passando dalla Capanna Pairolo fino alla Cima di Fojorina.
SAC-CAS hiking scale Dalla Cima di Fojorina fino al Passo Streccione.
SAC-CAS hiking scale Dal Passo Streccione fino al canale a metà del Sasso Grande e ritorno.
SAC-CAS hiking scale Dal Passo Streccione scendendo lungo il canalone fino a quota 1260 metri (con passaggi T4).
SAC-CAS hiking scale Da quota 1260 metri fino a Petrolzo.

Comment

Per questa gita sono partito da Petrolzo, dove vi sono pochi posteggi. Mi sono diretto da prima verso Usin e poi ho continuato verso il Mataron. 40 metri circa più in basso della cima vi è poi un sentiero (non segnato sulla cartina) che conduce direttamente alla Capanna Pairolo. Da qui sono poi salito sul Mataron dove vi è una grossa croce ed in seguito ho preso il sentiero che conduce all'Alpe Pianca Bella. A quota 1600 metri si incontra un cartello, raggiunto il quale si deve curvare di 90° verso destra, salendo di 5-6 metri, fino a raggiungere il poco visibile sentiero che porta al Passo di Fojorina. Dal passo si segue poi la cresta fino alla vetta. Si ridiscende poi fino al Passo di Pianca Bella e si prosegue sul sentiero che costeggia la cresta fino alla Cima dell'Oress. Il sentiero è sempre ben visibile fino a quota 1550 metri circa, dove viene raggiunto da un altro sentiero proveniente dall'Italia. Da qui il sentiero che ho seguito diventa sempre meno visibile e si incrocia con altri sentierini, rendendo difficile seguire la via corretta. In una maniera o nell'altra si raggiunge la capanna e da quest'ultima si riparte verso il Passo Streccione, sempre su sentieri ben visibili. A questo punto ho provato a salire il Sasso Grande, ma a metà strada ho rinunciato per via del forte vento. Il sentiero comunque parte dal passo appena citato e sale dritto verso la vetta. Dopo una decina di metri si incontra un altro sentiero che si dirige, senza salire, verso ovest-sud-ovest. Da questo sentiero si può raggiungere la sella prima del canale, ma presenta un passaggio un po' brutto (II grado). Il sentiero che sale verso ovest-nord-ovest, raggiunge anch'esso la sella, ma è un po' più semplice dell'altro (anche se un po' più panoramico). Raggiunta la sella, dopo pochi metri si raggiunge un canale largo come una persona, dentro il quale prosegue il sentiero. Come detto, a causa del forte vento, sono ridisceso al Passo Streccione. Dal passo scende, lungo un canalone, un sentiero che subito si divide in 2-3 sentieri e rende difficile capire quale sia quello migliore. Ci sono alcuni punti un po' più complicati (T4) prima di raggiungere finalmente il bosco, dove il sentiero torna uno solo e non più difficile. Da qui si raggiunge Cioascio e poi infine si ritorna a Petrolzo.

Automatic translation in english

For this trip I left Petrolzo, where there are a few parking spaces. I headed first to Usin and then I continued towards the Mataron. About 40 meters further down the summit there is a path (not marked on the map) that leads directly to the Pairolo hut. From here I then climbed the Mataron where there is a large cross and then I took the path that leads to the Alpe Pianca Bella. At an altitude of 1600 meters you will come across a sign, which must be turned 90 degrees to the right, climbing 5-6 meters, until you reach the little visible path that leads to the Fojorina Pass. From the pass then follow the ridge up to the summit. Then descend to the Passo di Pianca Bella and continue along the path that runs along the ridge to the Cima dell'Oress. The path is always clearly visible up to about 1550 meters, where it is reached by another path coming from Italy. From here the path that I followed becomes less and less visible and crosses with other little paths, making it difficult to follow the correct path. In one way or another you reach the hut and from the latter you start towards the Streccione Pass, always on well-visible paths. At this point I tried to climb the Sasso Grande, but halfway I gave up because of the strong wind. The trail, however, starts from the passage just mentioned and goes straight to the summit. After about ten meters there is another path that heads, without going up, towards west-south-west. From this path you can reach the saddle before the canal, but it presents a slightly ugly passage (II degree). The path that goes up west-north-west, also reaches the saddle, but is a bit 'simpler than the other (although a little' more scenic). After reaching the saddle, after a few meters you reach a wide canal like a person, inside which the path continues. As said, due to the strong wind, I descended to Passo Streccione. From the pass descends, along a gully, a path that immediately divides into 2-3 paths and makes it difficult to understand which is the best one. There are some points a bit 'more complicated (T4) before finally reaching the forest, where the path back one and not more difficult. From here you reach Cioascio and then finally return to Petrolzo.



Leave your name/nickname *


Leave your message *

* Required fields

Comments (0)

Go back

Capanna Pairolo

  • Capanna Pairolo
  • Croce sul Mataron
  • Cima di Fojorina
  • Cima di Fojorina
  • Il Torrione
  • Cima di Fojorina
  • Il Torrione
  • Sentiero
  • Sasso Grande
  • Sasso Grande
  • Sentiero sul Sasso Grande
  • La Mano
  • Sentiero sul Sasso Grande
  • Canale
  • Canale