MontagneTicinesi.ch

Cima del Simano



Information

Date: 26.08.2021
Maximum height: 2579 m
Duration: 7 hours and 30 minutes
Difference in height: 1220 m
Length: 14 km
Kilometers effort: 30.2 kmef

Difficulties

SAC-CAS hiking scale Da Cascina di Dagro a Lavill (con alcuni passaggi T2+).
SAC-CAS hiking scale Da Lavill fino all'Alpe Pièi.
SAC-CAS hiking scale Dall'Alpe Pièi fino alla Cima del Simano passando dal Laghetto di Port (con alcune facili pietraie T3+).
SAC-CAS hiking scale Discesa diretta dalla Cima del Simano all'Alpe Pièi.
SAC-CAS hiking scale Da Lavill a Cascina di Dagro passando dalla Capanna Prou (con alcuni passaggi T2+).

Comment

La meta di oggi è la Cima del Simano, montagna della Valle di Blenio che svetta sopra il comune di Acquarossa.
La partenza avviene da Cascina di Dagro (Dègro), raggiungibile mediante la funivia di Malvaglia oppure tramite la stretta e interminabile strada che proviene da Dandrio. In questo caso, per l'accesso alla valle, è previsto il pagamento di un pedaggio. Subito dopo il Laghetto della Val Malvaglia è infatti presente una colonnina automatica per la distribuzione di biglietti da lasciare sul parabrezza dell'auto. Il costo è di 5 franchi per l'intera giornata.
Raggiunte le cascine comincio quindi a camminare salendo fin verso quota 1700 metri dove incontro due deviazioni che supero sempre sulla sinistra. Continuo a salire verso la Costa di Merlino lungo un facile sentiero che però presenta alcuni passaggi un po' più impegnativi. Uno di questi lo si incontra a quota 1760 metri dove la via si avvicina parecchio al dirupo (vedi foto) e per sicurezza è stata posata una catena a cui ci si può tenere. Arrivo infine a Lavill dove è presente un rifugio per 12 persone che è stato recentemente rinnovato, sostituendo il tetto in piode con un tetto il lamiera.
A questo punto abbandono il sentiero ufficiale e comincio a seguire la traccia che sale all'Alpe Pièi. Fino a quota 2130 metri è abbastanza visibile, poi si raggiunge una parete rocciosa che da lontano sembrava difficile da superare. In realtà è presente una cengia larga circa 1 metro che permette un facile passaggio. Dopo le rocce il sentiero sparisce un po' per poi ricomparire 50 metri più in alto. Seguendolo arrivo infine all'Alpe Pièi.
Dall'alpe proseguo dritto verso nord, lungo facili pendii erbosi, aggirando sulla sinistra l'enorme pietraia che scende dalla Gana Bianca. Quest'ultima in realtà è un ghiacciaio roccioso tra i più grossi in Ticino. Sotto le pietre infatti è presente del permafrost che durante l'anno si muove e fa scivolare a valle tutte le rocce. In questo caso però il movimento si limita a 2-3 cm all'anno mentre in altri posti si può raggiungere anche il metro.
Arrivati a quota 2400 metri si raggiunge una barriera rocciosa che è possibile aggirare sulla sinistra (vedi percorso tratteggiato sulla mappa). Io però sono passato sulla destra perché ho voluto salire a dare un occhiata al Laghetto di Port. Purtroppo, come c'era da aspettarsi, in questo periodo è completamente asciutto. Sono quindi ritornato verso la Cima del Simano che ho risalito lungo la cresta nord-est, dove sono presenti alcune facili pietraie da attraversare.
Sulla cima è presente una bella croce, posata probabilmente nel 1983, e una stazione di misura meteorologica.
Per il ritorno ho scelto di seguire una via più corta e di scendere direttamente verso l'Alpe Pièi. Rispetto al percorso preso all'andata, questo è decisamente più roccioso, soprattutto intorno alla quota dei 2400 metri. Vi sono comunque degli ometti di sasso che aiutano a seguire la corretta via. Raggiunta l'alpe, ridiscendo di nuovo fino a Lavill dove questa volta decido di seguire il sentiero più alto che porta all'Alpe di Prou. Bisogna però considerare che così facendo ci sono altri 140 metri di salita da fare. Questa via infatti presenta numerosi saliscendi che ne aumentano abbastanza il dislivello.
Raggiunta l'alpe vado a dare uno sguardo alla Capanna Prou, dopodiché ridiscendo a Cascina di Dagro dove ha termine questa gita.
Per quanto concerne l'acqua, c'è una fontana a Cascina di Dagro, una a Lavill e una alla Capanna Prou. Più in alto ci sono poi alcuni ruscelli intorno all'Alpe Pièi che però si trovano nella zona in cui pascolano le pecore e l'acqua potrebbe non essere affidabile.

Automatic translation in english

Today's destination is the Cima del Simano, a mountain in the Blenio Valley that rises above the municipality of Acquarossa.
Departure is from Cascina di Dagro (Dègro), which can be reached by the Malvaglia cable car or by the narrow and endless road from Dandrio. In this case, a toll is charged for access to the valley. Immediately after the Laghetto della Val Malvaglia there is in fact an automatic column for the distribution of tickets to be left on the windscreen of the car. The cost is 5 francs for the whole day.
Once I reach the farmsteads I start walking uphill until I reach an altitude of 1700 metres where I meet two deviations that I pass on the left. I continue to climb towards the Costa di Merlino along an easy path that, however, has some more challenging passages. One of these is found at an altitude of 1760 metres where the path comes very close to the cliff (see photo) and for safety's sake, a chain has been put up to hold on to. I finally reach Lavill, where there is a shelter for 12 people that has been recently renovated, replacing the roof in poplar with a sheet metal roof.
At this point, I leave the official path and start to follow the track that goes up to Alpe Pièi. Up to an altitude of 2130 metres it is quite visible, then you reach a rocky wall that from afar seemed difficult to overcome. In reality, there is a ledge about 1 metre wide that allows an easy passage. After the rocks, the path disappears a little and then reappears 50 metres further up. Following it, I finally arrive at Alpe Pièi.
From the alp, I continue northwards, along easy grassy slopes, bypassing on the left the huge scree slope that descends from the Gana Bianca. The latter is actually one of the biggest rocky glaciers in Ticino. In fact, there is permafrost under the rocks, which moves during the year and causes all the rocks to slide down into the valley. In this case, however, the movement is limited to 2-3 cm per year, while in other places it can reach a metre.
At an altitude of 2400 metres you reach a rocky barrier that you can go around on the left (see dotted path on the map). However, I passed on the right because I wanted to go up and have a look at the Laghetto di Port. Unfortunately, as to be expected, it is completely dry at this time of year. I then headed back towards the Cima del Simano which I climbed along the north-east ridge, where there are some easy scree slopes to cross.
On the summit there is a beautiful cross, probably laid in 1983, and a weather station.
For the return journey, I chose to follow a shorter route and descend directly to Alpe Pièi. Compared to the route taken on the way up, this one is decidedly more rocky, especially around the 2400m mark. However, there are stone cairns to help you follow the correct route. Once reached the alp, I go down again to Lavill where this time I decide to follow the higher path that leads to the Alpe di Prou. However, it is necessary to consider that in doing so, there are another 140 metres of ascent to be done. In fact, this route has numerous ups and downs that increase the difference in height.
When I reach the Alpe Prou, I go to have a look at the Capanna Prou, after which I go back down to Cascina di Dagro, where this excursion ends.
As far as water is concerned, there is a fountain at Cascina di Dagro, one at Lavill and one at Capanna Prou. Higher up, there are a few streams around Alpe Pièi, but they are in the area where the sheep graze and the water may not be reliable.



Leave your name/nickname *


Leave your message *

* Required fields

Comments (0)

Go back

Cascina di Dagro

  • Cascina di Dagro
  • Sentiero a quota 1760 metri
  • Lavill
  • Cima del Simano
  • Sentiero che sale all'Alpe Pièi
  • Sentiero che sale all'Alpe Pièi (con tracciato)
  • Sentiero che sale all'Alpe Pièi
  • Sentiero che sale all'Alpe Pièi (con tracciato)
  • Sentiero che sale all'Alpe Pièi
  • Sentiero che sale all'Alpe Pièi (con tracciato)
  • Alpe Pièi
  • Ghiacciaio roccioso dell'Alpe Pièi
  • Laghetto di Port asciutto
  • Cima del Simano
  • Cima del Simano
  • Cima del Simano
  • Cima del Simano
  • Discesa verso l'Alpe Pièi
  • Discesa verso l'Alpe Pièi
  • Alpe di Prou