MontagneTicinesi.ch

Monte Lema



Information

Date: 09.11.2020
Maximum height: 1620 m
Duration: 5 hours
Difference in height: 970 m
Length: 12.5 km
Kilometers effort: 25.4 kmef

Difficulties

SAC-CAS hiking scale Da Miglieglia fino a quota 1363 metri (T1 i tratti su strada).
SAC-CAS hiking scale Da quota 1363 metri fino in cima al Monte Lema e poi giù fino all'Alpe Boscone.
SAC-CAS hiking scale Dall'Alpe Boscone fino a Miglieglia (T1 i tratti su strada).

Comment

Oggi, approfittando della chiusura della teleferica, ritorno dopo molti anni sul Monte Lema.
Lasciata l'auto a Miglieglia, al parcheggio della funivia, comincio a salire a piedi lungo la strada (chiusa al traffico) per Roncascio. Raggiunto il bivio a quota 781 metri continuo a seguire la strada per circa un centinaio di metri di dislivello, dopodiché la abbandono per seguire il sentiero che si dirige verso ovest. Dopo aver raggiunto la località di Cima Pianca continuo a salire fino al bivio a quota 1363 metri. A questo punto, dopo aver girato a destra, salgo il pendio fino a quota 1500 metri, dove lascio brevemente il sentiero per salire sulla cima del Cücch. Ho scoperto solo in seguito che sul lato nord della cima c'è un sentierino più comodo da seguire rispetto al percorso che ho fatto io. Dopo questa deviazione ritorno sulla via principale e in poco tempo raggiungo la cima del Monte Lema dove è presente un'enorme croce ed un radar meteorologico. In mezzo a queste due strutture imponenti quasi non si nota nemmeno la vera cima, contrassegnata da un semplice cippo di confine.
A poche centinaia di metri dalla cima sono presenti anche un ristorante ed un osservatorio astronomico. Vicino a quest'ultimo, 8 anni fa è stata costruita una meridiana analemmatica che ha la particolarità, rispetto a quella classica, di avere lo gnomone (asta che proietta l'ombra) verticale. A causa di questo fatto, lo gnomone non è fisso ma deve essere spostato in avanti o in dietro a seconda del mese in cui ci si trova. Inoltre, in mancanza d'altro, lo gnomone può essere creato anche da una persona posizionata in piedi sul quadrante stesso.
Per il ritorno ho scelto di seguire il sentiero che scende direttamente sotto la funivia del Monte Lema. Rispetto a quello preso in salita è più ripido ma anche più diretto e corto. Ha però lo svantaggio di offrire un panorama sicuramente più monotono e meno piacevole dell'altro.
Superata l'Alpe Boscone proseguo fino a quota 870 metri circa dove questa volta, per variare un po' itinerario, prendo il sentiero che scende direttamente a Roncascio. Raggiunto di nuovo il bivio a quota 781 metri in breve tempo ritorno a Miglieglia per la stessa strada presa all'andata.
Per quanto riguarda l'acqua, c'è una fontana sopra Miglieglia a quota 766 metri circa e poi ancora una a Cima Pianca. Al ritorno se ne trova invece un'altra a sud dell'Alpe Boscone.

Automatic translation in english

Today, taking advantage of the closure of the cable car, I return to Monte Lema after many years.
I left my car in Miglieglia, at the car park of the cable car, and started to walk up along the road (closed to traffic) to Roncascio. At the fork in the road at 781 metres above sea level, I continue to follow the road for about a hundred metres of difference in height, then I leave it to follow the path that heads west. After reaching the village of Cima Pianca I continue to climb up to the fork at an altitude of 1363 metres. At this point, after turning right, I climb up the slope to an altitude of 1,500 metres, where I briefly leave the path to climb to the summit of Cücch. I only discovered later that on the north side of the summit there is a small path that is easier to follow than the route I took. After this diversions I return to the main path and in a short time I reach the summit of Monte Lema where there is an enormous cross and a weather radar. In the midst of these two imposing structures you hardly even notice the real summit, marked by a simple boundary stone.
A few hundred metres from the summit there is also a restaurant and an astronomical observatory. Near the latter, an analemmatic sundial was built 8 years ago, which has the peculiarity, compared to the classical one, of having the gnomon (rod that casts the shadow) vertical. Because of this, the gnomon is not fixed but must be moved forward or backward depending on the month in which one is. In addition, if nothing else, the gnomon can also be created by a person standing on the dial itself.
For the return journey, I chose to follow the path that descends directly below the Monte Lema cable car. Compared to the one taken uphill, it is steeper but also more direct and shorter. However, it has the disadvantage of offering a panorama that is certainly more monotonous and less pleasant than the other.
Having passed Alpe Boscone, I continue up to an altitude of about 870 metres, where this time, in order to vary the itinerary a little, I take the path that descends directly to Roncascio. Once I have reached the crossroads again at 781 metres, I quickly return to Miglieglia along the same road I took on the way up.
As far as water is concerned, there is a fountain above Miglieglia at an altitude of about 766 metres and then another at Cima Pianca. On the return journey, there is another fountain south of Alpe Boscone.



Leave your name/nickname *


Leave your message *

* Required fields

Comments (0)

Go back

Bivio a quota 781 metri

  • Bivio a quota 781 metri
  • Strada per Cima Pianca
  • Monte Lema
  • Cima Pianca
  • Cücch
  • Monte Lema
  • Ristorante e Osservatorio Astronomico
  • Monte Lema
  • Cima del Monte Lema
  • Ristorante del Monte Lema
  • Monte Lema
  • Meridiana Analemmatica